fbpx Skip to content

Che fine hanno fatto i chip?

La pandemia, il distanziamento sociale nelle industrie e la crescente concorrenza di computer, smartphone e auto elettriche stanno creando le condizioni più difficili mai viste per la catena produttiva nel mondo dell’elettronica.

Si sa perfettamente che c’è carenza di componenti elettroniche, e che ci sono pochissime console disponibili. Ma il problema in verità riguarda praticamente tutti i settori industriali. Ovunque serva un microprocessore, oggi, esiste un problema di disponibilità.

Alcuni studiosi del settore hanno riportato, infatti, che alcuni grandi clienti stanno assorbendo quasi tutta la produzione. L’altra parte del problema è che sono poche le aziende produttrici di microchip e tutte situate in Asia.

Il problema è così presente che Ford e General Motors hanno rallentato la produzione in alcune fabbriche per mancanza di componenti elettroniche. Addirittura Apple e Sony hanno difficolta per la notevole richiesta dei loro prodotti, soprattutto per i loro gioielli: l’iPhone 12 e la PS5.

Quindi abbiate cura dei vostri dispositivi e praticategli le giuste manutenzioni, perché in questo periodo potrebbe non essere così semplice rimpiazzarli, che siano semplici computer, server, o postazioni operatrici di qualche macchinario più complesso.

Perché se è vero che possiamo aspettare qualche mese in più la consolle di ultima generazione o l’ultimo modello di smartphone, non si può dire lo stesso degli strumenti che utilizziamo tutti i giorni per il nostro lavoro.

Se ti serve un chiarimento siamo a tua disposizione.

Hai bisogno di un GD consiglio?
Mandaci un messaggio.

WINDOWS

MAC OS